Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie Policy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

CONTINUA
OnePieceGT.it
Login / Registrati

Volume 16 - La volontà ereditata

Data di uscita

  • Uscito in Italia il 3 ottobre 2002 - Ristampa il 20 maggio 2009
  • In Giappone il 4 dicembre 2000

Capitoli

137. La valanga
138. Il picco
139. Arriva Tony-Tony Chopper
140. Vita nel castello innevato
141. Il medicastro
142. Il teschio e il ciliegio
143. Gli impiastri
144. I racconti della neve
145. La volontà ereditata

Trama

Rufy trasporta Nami e Sanji su per la montagna, respingendo gli attacci di Wapol grazie all'aiuto dei Lapin. Giunti in cima, i tre vengono soccorsi da Kureha e da una renna dal naso blu, TonyTony Chopper, che, avendo mangiato il frutto del diavolo Homo Homo, è in grado di comportarsi da umano. Al suo risveglio, Nami, apprende da Kureha il passato di Chopper. La renna era disprezzata da tutti, ad eccezione dell'incapace dottor Hillk, che lo aveva adottato. Quando quest'ultimo stava per morire per una grave malattia, Chopper tentò di curarlo, dandogli un fungo che riteneva potesse aiutarlo. Nonostante sapesse che il fungo era in realtà velenoso, il dottore, commosso dal gesto di Chopper, lo assunse comunque. Intanto, Wapol attirò lui e Kureha, gli ultimi due dottori non ancora sotto il suo controllo, al suo palazzo con uno stratagemma. Sul posto Hillk esalò l'ultimo respiro e Chopper, in preda alla rabbia, tentò di vendicarlo, ma venne fermato da Dorton, allora agli ordini di Wapol. Chopper andò a vivere con Kureha, che accettò di insegnargli la medicina, mentre Dorton, giudicato un traditore, venne imprigionato.

Cover

Capitoli 

Riassunti capitoli

Capitolo 137 "La valanga"
La valanga minaccia di distruggere il villaggio dove si trovano Bibi e Usop e gli abitanti  si preparano ad evacuare le proprie case. Anche Sanji, Rufy e Nami si trovano in difficoltà, rischiando di venire travolti, ma il ragazzo di gomma ha un'idea: grazie a un albero riescono a cavalcare la valanga di neve ma così rischiano di tornare a valle, vanificando i loro sforzi di raggiungere la dottoressa Kureha per salvare Nami. Inoltre la loro corsa è ostacolata dai Lapin che sono ottimi sciatori. Durante la fuga l'albero si scontra con uno spuntone e Rufy perde di vista Sanji che si è sacrificato nell'impatto per non mettere in pericolo Nami. Nel villaggio sale il panico mentre re Wapol per salvarsi dalla valanga si affida al suo ippopotamo Robson, capace di correre sulla neve. Alla fine la valanga travolge tutto e tutti. I primi ad emergere dallo spesso strato di neve sono Wapol e i suoi due fidati consiglieri. Intanto Rufy, dopo aver recuperato Sanji svenuto e Nami, salva un lapin rimasto vittima della valanga. 
Capitolo 138 "Il picco"
Proprio in quel momento Wapol raggiunge Rufy e desidera vendicarsi. Ordina a Chess e a Cromarlimo di uccidere tutti e tre, partendo dai moribondi. Rufy si difende a fatica dovendo proteggere anche i suoi due compagni. Non potendo fare altro inizia a scappare ma prima Chess e poi lo stesso Wapol gli impediscono la fuga. Quando la situazione sembra disperata, intervengono i lapin grati a Rufy per aver salvato uno di loro. Ora gli enormi conigli carnivori tengono a bada Wapol e Rufy può riprendere il viaggio verso il castello della dottoressa Kureha. Tuttavia raggiungere la cima non è facile: il freddo, il vento e soprattutto le pareti lisce della montagna sono veri e propri ostacoli difficili da superare. La salita dura più di tre ore e Rufy rischia anche di perdere Sanji che per poco non gli scivola nel burrone. Alla fine riesce a raggiungere il castello e stremato sviene. Intanto più a valle Wapol e i suoi uomini sono riusciti a sconfiggere i lapin. 
Capitolo 139 "Arriva Tony-Tony Chopper"
A sorpresa Usop e Bibi incontrano Zoro. Lo spadaccino racconta di essersi tuffato nel fiume gelido, poi però quando è riemerso si è perso in una foresta e infine anche lui è stato travolto dalla valanga. Mentre i tre parlano raggiungono il villaggio di Big Horn, dove è avvenuto lo scontro tra Wapol e Dorton. Ora il capo dell'isola rischia di morire congelato sotto la neve ma i soldati di Wapol rimasti a presidiare il villaggio impediscono agli abitanti di soccorrerlo. Al castello Nami viene curata dalla febbre e quando rinviene vede una strana renna camminare su due gambe, in grado anche di parlare. Ma per lo spavento la renna, di nome Chopper, scappa via. Compare la dottoressa Kureha che spiega a Nami l'origine della sua malattia: è stata punta da un insetto che le ha trasmesso un grave malattia. Se non fosse stata curata entro cinque giorni sarebbe morta. Tuttavia servono almeno altri tre giorni prima che Nami possa considerarsi completamente guarita. Nonostante le proteste di Nami, la dottoressa non vuole sentire ragioni. La quiete del castello viene interrotta da Sanji e Rufy che dopo essersi ripresi inseguono Chopper perchè vogliono cucinarlo. Kureha ricorda quando ha soccorso i tre: Rufy prima di svenire l'ha supplicata di salvare i suoi amici e la dottoressa ha accettato. Mentre scappa dai suoi inseguitori Chopper incredibilmente si trasforma e li mette al tappeto e poi corre a nascondersi. Kureha racconta che Chopper ha mangiato il frutto homo homo che gli ha dato sembianze umane e da diverso tempo è diventato il suo assistente. 
Capitolo 140 "Vita nel castello innevato"
Rufy supplica la dottoressa Kureha di entrare nella sua ciurma perchè a loro serve un dottore ma la dottoressa rifiuta. Appena vedono Chopper, Rufy e Sanji ripartono all'inseguimento e a sua volta Kureha insegue i due minacciandoli. A causa del baccano Nami non riesce a riposare e incontra nuovamente Chopper ringraziandolo per averla assistita mentre stava male. La renna le chiede se sono per davvero dei pirati. Nami intuendo il suo interesse per i pirati gli propone di entrare nella loro ciurma come medico ma Chopper rifiuta perchè si sente a disagio con gli esseri umani, anzi è stupito che Nami non sia spaventata dalla sua presenza. Poi arrivano nuovamente Rufy e Sanji e Chopper scappa via. La dottoressa che ha sentito tutta la conversazione dice che Nami se vuole può reclutare Chopper, ma non sarà facile vivere con lui perchè porta nel cuore una ferita molto profonda. Essendo nato con uno strano naso blu venne abbandonato dai suoi genitori e dopo aver mangiato il frutto homo homo e aver mutato forma venne abbandonato definitivamente dall'intero branco di renne. Chopper pensava di poter trovare nuovi amici tra gli umani ma a causa del suo aspetto tutti lo consideravano un mostro. Non essendo nè uomo nè renna visse per molto tempo solo. Intanto Sanji e Rufy si accorgono che nel castello c'è una porta spalancata a fanno per chiuderla ma Chopper si oppone perchè sul bordo della porta c'è un nido. Rufy finalmente si accorge della diversità di Chopper ma anzichè esserne disgustato lo vuole nella sua ciurma. Kureha prosegue il suo racconto dicendo che solo un uomo in passato è riuscito a diventare amico di Chopper e ad alleviare le sue sofferenze: un medicastro di nome Hillk, che lo addottò dandogli il nome di Chopper. 
Capitolo 141 "Il medicastro"

Al villaggio Zoro sconfigge facilmente gli uomini di Wapol così che gli abitanti possono tentare di salvare Dorton. Intanto al castello Chopper informa la dottoressa che Wapol è tornato, ma proprio in quel momento arriva l'ex re. Kureha lo affronta dicendogli che il castello è diventato il mausoleo del dottor Hillk. Arriva anche Rufy che colpisce Wapol. Sei anni prima nel regno di Drum: il medicastro Hillk s'aggira per l'isola provocando un disastro dietro l'altro. I cittadini sono obbligati a farsi curare dai dottori del re Wapol che chiedono cifre esagerate come compenso. Quindi Hillk cerca di rendersi utile come dottore ma spesso le sue cure non sono efficaci, per questo viene chiamato il medicastro. Hillk incontra Kureha, loro due sono gli unici dottori rimasti liberi. Mentre Hillk è un pessimo dottore, Kureha è molto brava ma anche molto avida. Ad ogni modo Hillk promette che un giorno inventerà una medicina in grado guarire tutti gli abitanti di Drum. Mentre scappa Hillk si imbatte in Chopper. Il medicastro vuole curarlo ma Chopper sempre maltrattato è diffidente e lo picchia. Ma Hillk non si arrende e alla fine riesce a farselo amico e a curarlo. 

Capitolo 142 "Il teschio e il ciliegio"
Hillk e Chopper si trovano bene insieme perchè entrambi sono odiati e maltrattati, e così Chopper diventa l'assistente del medicastro nei suoi improbabili esperimenti. Al castello Dorton inizia ad avere dei dubbi sulla bontà di re Wapol. Infatti al Reverie, il re di Drum, dopo un litigio con re Cobra, se l'è presa con la piccola Bibi picchiandola. Dorton si chiede se un buon re può comportarsi in questo modo. Intanto Hillk insegna a Chopper a non odiare nessuno. Il problema non sono gli abitanti ma piuttosto è l'isola a essere ammalata a causa del cattivo re e della sua politica. Il medicastro racconta la vecchia storia di un ladro ricchissimo afflitto da una malattia al cuore. Questo ladro si fece visitare da molti dottori ma nessuno fu in grado di guarirlo, così partì per un lungo viaggio. Raggiunse la cima di una montagna dove vide dei ciliegi in fiore. Questa visione commosse talmente il ladro che guarì. Così Hillk è convinto che non esista malattia incurabile e lui farà di tutto per guarire il paese. Il medicastro mostra poi la sua bandiera spiegando che si ispira ai valori dei pirati. Man mano che passano i giorni il dottor Hillk e Chopper diventano sempre più amici. Dopo un anno Chopper guarisce completamente e incredibilmente Hillk lo allontana sparandogli. 
Capitolo 143 "Gli impiastri"
Hillk ha allontanato Chopper perchè sta per morire. Il medicastro implora Kureha di aiutarlo a vivere abbastanza per realizzare il suo progetto. La dottoressa gli consiglia di tornare a vedere i ciliegi miracolosi che già lo avevano curato in passato quando era un ladro. Ma Hillk risponde che farà fiorire i ciliegi a Drum per guarire tutti gli abitanti dalla malvagità che avvolge l'isola. Kureha vedendo la sua determinazione promette che lo curerà in modo che possa vivere altre tre settimane, ma non esiste una medicina che possa guarire la sua malattia. Chopper spia Hillk e Kureha e poi scappa via mentre Hillk si dedica totalmente al suo esperimento. Chopper ha sentito parlare di un fungo miracoloso e vuole trovarlo per salvare Hillk Dopo una settimana la renna torna a casa portando con sè il fungo. Hillk lo abbraccia e Chopper esprime il suo desiderio di diventare un dottore. Intanto Wapol ordina espressamente a Dorton di arrestare Hillk affinchè venga messo a morte. 
Capitolo 144 "I racconti della neve"
Chopper prepara una zuppa con il fungo speciale e Hillk la beve sentendosi subito meglio. Proprio in quel momento il medicastro si accorge che il suo esperimento ha avuto successo: finalmente anche a Drum potranno fiorire i ciliegi. Hillk esce di casa dicendo a Chopper che sarà un ottimo dottore e va da Kureha. A quanto pare gli E.C. Twenty, i dottori di Wapol, si sono ammalati e non esistono altri dottori sull'isola. Ma soprattutto Hillk prega Kureha di portare a termine il suo esperimento, perchè lui morirà prima, e di prendersi cura di Chopper aiutandolo a esaudire il suo sogno di diventare dottore, ma Kureha lo caccia da casa anche se Hillk è certo che farà quanto le ha chiesto. Il paese è nel caos: con gli E.C. Twenty malati gli abitanti non sanno a chi rivolgersi per le loro malattie. Hillk decide quindi di presentarsi al palazzo di re Wapol, rischiando la vita, per tentare di guarire i Twenty. Kureha va da Chopper e scopre che la renna ha dato al medicastro un fungo letale come cura. Il povero Chopper aveva scambiato il simbolo del teschio sul libro di medicina credendolo un simbolo di vita perchè era lo stesso simbolo della bandiera del dottor Hillk. Al medicastro rimane circa un'ora di vita e ora Kureha capisce perchè aveva tanta fretta. Chopper dopo aver appreso la verità scoppia a piangere. Finalmente Hillk arriva al palazzo del re, ma si scopre che la storia della malattia dei E.C. Twenty era una trappola di Wapol. Intanto Chopper scappa via piangendo.
Capitolo 145 "La volontà ereditata"
Quando Hillk viene a sapere la verità è contento e sollevato perchè per fortuna i dottori del re stanno bene e possono continuare a curare le persone del paese. Wapol ordina la sua esecuzione, ma Hillk li interrompe dicendo che non possono ucciderlo. Perchè un uomo non muore quando il suo cuore smette di battere, ma quando viene dimenticato da tutti. E anche se Hillk sparirà il suo sogno si realizzerà e finalmente Drum potrà guarire. Dorton è colpito dalle parole di Hillk sulla volontà ereditata. Intanto anche Chopper sta per arrivare al castello. Alla fine Hillk si fa saltare in aria, scomparendo. In quel momento arriva Chopper trasformato e accecato dalla rabbia, ma Dorton lo ferma consigliandogli di andarsene. Poi si rivolge a re Wapol dicendogli che finchè ci sarà lui Drum non potrà mai guarire, anzi peggiorerà sempre più. Dorton viene messo in prigione come traditore, mentre Chopper va dalla dottoressa Kureha chiedendole di insegnargli a diventare un bravo dottore, in grado di guarire qualsiasi malattia. Tornando al presente, Rufy colpisce Wapol mandandolo a terra.

 

Statistiche della pagina
Pagina vista: 5691
Pagina creata da: richi.lion , 18 novembre 2013
Ultimo aggiornamento: 12 dicembre

Caricamento commenti in corso...

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento devi essere Registrato!

Se sei già registrato? Esegui il Login!
Non sei registrato? Registrati ora, è gratis!
Ultimi messaggi nel forum
di richi.lion - 21 minuti fa
di Danielino_asr - 8 ore fa
di Yagami97 - lunedì alle 18:18
di Mr Wind - lunedì alle 17:37
di - Ryu - - lunedì alle 09:36
Impostazioni