Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie Policy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

CONTINUA
OnePieceGT.it
Login / Registrati

Ohara è l'isola dove nacque Nico Robin e dove un gruppo di archeologi studiava i Poignee Griffe. A causa della minaccia rappresentata dai Poignee Griffe e dai suoi studiosi, il Governo Mondiale distrusse l'isola con un Buster Call.
In questa isola vi era un albero enorme (Albero della conoscenza) all'interno del quale c'era la più grande raccolta di libri di storia e di documenti del mondo, ed era qui che gli archeologi studiavano il Poignee Griffe. Fu distrutto dal Buster Call di Ohara.

Personaggi

Nico Robin

Leggi la pagina completa Nico Robin

È nata sull'isola di Ohara, nel mare Occidentale, 28 anni prima dell'inizio della storia. Sua madre, Nico Olvia, un'archeologa di notevole fama, partì per mare quando Robin aveva appena due anni per continuare le sue ricerche riguardo ai Cento anni del grande vuoto lasciandola agli zii. Da allora Robin si interessò all'archeologia come sua madre e le fu concesso di accedere all'albero della conoscenza di Ohara e di leggere qualsiasi libro si trovasse all'interno. Gli unici amici di Robin erano il professor Clover e gli altri archeologi: i bambini della sua età stavano alla larga da lei e la consideravano un mostro a causa dei suoi poteri derivanti dal frutto Fior-Fior. Perfino la zia Roji non la sopportava e la escludeva dalle feste familiari.

Clover

Clover era uno dei più importanti studiosi dell'Albero della Conoscenza di Ohara e veniva chiamato da tutti con rispetto Professor Clover.
Aiutò Robin a diventare un'archeologa ed incentivava la sua passione per la lettura, ma le proibì sempre di leggere i Poigne Griffe, perché non voleva che il Governo la ritenesse una criminale come lui.
Dopo che il Governo Mondiale mandò il CP9 a controllare se effettivamente ad Ohara si studiava il Poigne Griffe, cercò disperatamente di salvare le migliaia libri presenti nell'Albero della Conoscenza, al quale era stato dato fuoco.
Dopo essere stato catturato dal CP9, Clover parlò al telefono con i Cinque Astri di Saggezza, ai quali spiega ciò che ha scoperto riguardo il il Secolo Vuoto. Questi ordinano dunque di ucciderlo.
Mentre Robin scappa, muore nel Buster Call.
La sua barba forma un trifoglio, che in inglese si dice appunto "clover".

Nico Olvia

Nico Olvia era un'archeologa dell'isola di Ohara dove, con un team di studenti, conduceva clandestinamente ricerche sui Poigne Griffe e sulla cosiddetta storia autentica, cioè sui fatti accaduti negli anni del grande vuoto, un periodo storico di cui non è rimasta alcuna traccia e a cui risalgono le leggendarie armi come Pluton e Poseidon. Per proseguire i suoi studi, abbandonò l'amata figlia Robin di 2 anni in cura al fratello e lasciò l'isola insieme a 33 suoi colleghi.

Purtroppo l'oggetto delle sue ricerche venne alla luce e Nico Olvia venne catturata e i suoi assistenti uccisi dalla Marina. Riuscita a scappare grazie all'aiuto di Hagwor D. Sauro, un vice-ammiraglio che non condivideva il modo in cui erano state punite persone colpevoli solo di aver letto i Poigne Griffe, ritornò sull'isola di Ohara. Tuttavia il Governo Mondiale aveva già dei sospetti che il suo covo fosse la sua isola natale ed ordinò al CP9 di annientare i ricercatori ribelli.

Ad Ohara, Olvia riesce ad abbracciare un'ultima volta Robin: all'inizio non voleva farsi notare per fare in modo che il CP9 non capisse che era sua figlia, facendola dunque schedare come criminale, e per qualche momento addirittura finge di rinnegarla, ma udendosi chiamare "mamma" non riesce a resistere; dopodiché implora Sauro di portarla via con sé prima che l'isola sia definitivamente distrutta dal Buster Call.

Fisicamente era molto simile a Robin ed aveva i suoi stessi occhi azzurri ma capelli bianchi, tra l'altro la doppiatrice giapponese di Olvia (Yuriko Yamaguchi) è anche la stessa della figlia adulta.

Altri archeologi

  • Busshiri: è un uomo dai tratti simili a quelli dei nativi americani con i capelli neri raccolti in trecce e una giacca color senape con delle penne nel taschino.
  • Gram: è un giovane ragazzo dai capelli biondi con un cappello e una giacca viola.
  • Hack: è un uomo dai capelli chiari con una maglia a righe orizzontali.
  • Hocha: è un uomo di aspetto simile a Busshiri, con i capelli lunghi neri e una giacca azzurra.
  • Rint: è una donna robusta con i capelli indaco e che indossa un cappello bordeaux e una camicia rosa con dei cuori rossi su di essa.
  • Roche: è un giovane dai capelli castano chiaro che indossa degli occhiali e un camice bianco.
  • Zadie: è un uomo con barba e baffi castani, con una camicia a quadri verde e un cappello da cowboy bianco.

Roji

Roji era l'arrogante e crudele zia di Nico Robin, moglie del fratello di Nico Olvia. Quando Olvia partì per studiare i 100 anni di grande vuoto, suo marito decise di prendere con sé Robin, ma Roji la trattò sempre in modo crudele, minacciandola e obbligandola a svolgere lavori domestici e lamentandosi di lei, a differenza delle buone maniere che usava con sua figlia. Suo marito, Oran, era il fratello di Nico Olvia, e sua figlia si chiamava Mizuira.

Presumibilmente è morta sulla nave carica di cittadini, distrutta da Akainu durante il Buster Call di Ohara.

Hagwor D. Sauro

Hagwor D. Sauro faceva parte della Marina ma, contrariamente alle direttive dell'organizzazione, era più vicino a perseguire una giustizia morale piuttosto che la giustizia assoluta.

Un giorno incontrò la nave dove si trovavano gli archeologi di Ohara, in viaggio per scoprire nuove informazioni sul secolo vuoto. Nonostante Sauro avesse ordinato ai suoi uomini di catturarli vivi, questi li uccisero tutti salvo una donna, Nico Olvia, che fece imprigionare.

In seguito a questo Sengoku il Buddha lo informò che sarebbe stato fra i cinque vice-ammiragli che avrebbero preso parte al Buster Call di Ohara, ma lui cercò di opporsi in quanto non riteneva cercare di studiare la storia un crimine. Si recò dunque nella prigione dove era custodita Olvia e, dopo averle parlato, la liberò e scapparono, quindi, giunti in mare, si separarono.

Dopo qualche giorno giunse naufragando sull'isola di Ohara, non si sa se questa sia un semplice casualità o ci sia stato l'intervento di qualcuno, tuttavia Sauro non sapeva in che posto era giunto. Sauro venne accolto e aiutato da Nico Robin, che allora aveva otto anni, con la quale strinse amicizia. Le insegnò anche a ridere nei momenti di tristezza.

Dopo tre giorni, capì grazie a Robin di trovarsi a Ohara e la informò della catastrofe incombente, che tuttavia non riuscì ad evitare. Durante il bombardamento, si recò a cercare la bambina e la madre lo pregò di salvarla, così questi la prese con sé e la portò vicino alla spiaggia. Dopo aver distrutto qualche nave, fu però fermato dal vice amiraglio Kuzan (ovvero Aokiji), suo amico, che fu costretto ad attaccarlo con la Ice Time, presumibilmente uccidendolo. Questi in seguito, per fargli un favore, aiutò Robin a scappare dall'isola.

Statistiche della pagina
Pagina vista: 124009
Pagina creata da: admin , 1 luglio 2006
Ultimo aggiornamento: 24 febbraio

Caricamento commenti in corso...

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento devi essere Registrato!

Se sei già registrato? Esegui il Login!
Non sei registrato? Registrati ora, è gratis!
Ultimi messaggi nel forum
di Zoro1996 - 48 minuti fa
di Yagami97 - circa un ora fa
di richi.lion - 2 ore fa
di manupugnodifuoco23 - 4 ore fa
di manupugnodifuoco23 - 4 ore fa
Impostazioni