Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie Policy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

CONTINUA
OnePieceGT.it
Login / Registrati

Commento e Recensione ONE PIECE GOLD

* * * Attenzione,questo articolo contiene spoiler del film "ONE PIECE GOLD" * * * 

_____________________________________________________________________________

Il Film Gold è stato campione di incassi in Giappone: ha superato il miliardo di Yen nel primo week-end di programmazione. In Italia,invece, non ha avuto il successo mediatico sperato.

E ci credo,aggiungerei.

Che lo vogliamo o no, One Piece continua ad essere un fenomeno di nicchia. I film sono ideati per i fan, per chi segue la serie canonica e ha già un’ idea di chi sia Luffy e la sua ciurma.  E’ ugualmente godibile senza queste informazioni basilari, ma è un po’ come se giocassi a Dragon Age Inquisition senza aver sconfitto l’arcidemone in Origins: manca il background.

Partiamo dall’inizio:

La Sunny approda su quella che a prima vista sembra un’isola, ma che in realtà è una nave lunga oltre 10 km tutta ricoperta d’oro. Ovviamente. L’ ambientazione è suggestiva, la città è una Time Square platinata con ogni tipo di lusso e gingillo dorato.  Una volta entrati in questa lussuosissima e pacchianissima nave, i Mugi vengono accolti da Baccarat, la procace collaboratrice di Tesoro che scorta i clienti VIP durante il soggiorno.

STOP.

 

1) Il doppiaggio

Ben fatto, veramente. Tutte le voci della ciurma sono perfette, con la giusta intonazione e intensità. Tutte,tranne quella di Luffy. Questa vocina pre-adolescenziale mi ha infastidita per tutta la durata del film, non la trovo adatta al personaggio e non ha colto la vera essenza di Cappello di Paglia.  Un punto bonus per Emanuela Pacotto, la voce di Nami,  superlativa come al solito.

2) Le tartarughe tutte-muscoli

… Ma quanto sono belle?

3) " LIUFY "

Apprezzo davvero TANTO che non ci sia stato RABBER in questo film, non vado matta neanche per “liufy”, però è un passo avanti. Suggerirei un più semplice ma sempreverde “ Rufy”, credo sia anche più facile da pronunciare. Ad ogni modo, un elogio a chi ha prestato attenzione alla Community. Grazie!

NB: il cambio di nome è preso in considerazione solo ed esclusivamente nel film, nel senso che nella serie animata continuerà ad essere chiamato “Rubber”. Purtroppo.

4) Le soundtrack

Poche ma belle. Tutte in un formato jazz/blues che ho molto apprezzato.

5) Timeline

In quale intervallo di tempo si ambienta questo film?

Successivamente agli avvenimenti di Dressrosa. Anche Tesoro dice che la ciurma,dopo la sconfitta di Doflamingo, ha causato molti danni economici. Inoltre,le taglie sono aggiornate. Questo film non è assolutamente canonico,quindi gli avvenimenti non si ripercuoteranno in alcun modo sulla saga principale, resta comunque bizzarro vedere Sanji.  Credo che,più verosimilmente, Gold si collochi dopo la saga di Whole Cake Island, ma dal film sembra proprio che sia posteriore a quella di Dressrosa.  Quindi boh?

Andiamo avanti.

In questo paradiso d’oro c’è però del marcio: i bambini vu-cumprà sono il primo campanello d’allarme di una realtà tanto ricca quanto degradata. I mugi però se ne fregano e iniziano a scommettere anche le loro madri al casinò.

Grandissima scena quella della corsa e dell’improbabile vittoria di Rufy,Usopp e Chopper, ma soprattutto del Sergente Straight che si rifiuta di accettare curve sulla sua strada. Vedo chiaramente l’intervento di Oda in queste sciocchezze geniali. Essendo la nave stessa una nazione indipendente riconosciuta dal governo mondiale, nella sala VIP si gingillano anche Marines e alti ranghi della marina che però se ne infischiano dei pirati e dei loro doveri. La ciurma fa la conoscenza di Dice, un omone gigantesco con la passione del sadomaso che ama prendere e farsi prendere a capocciate.

 

Finalmente Gild Tesoro fa il suo trionfale ingresso:  occhi da pazzo, completo rosa- improbabile,occhiali tamarri e un passato tormentato alle spalle. Grazie all’aiuto del frutto Lucky-Lucky (sul quale davvero non voglio esprimermi) di Baccarat, la ciurma è indebitata fino al collo, e deve restituire il debito se non vuole finire come i bambini vucumprà sopracitati.  

Zoro segue la sua natura aggressiva e lo attacca, finendo però con il culo per terra in tre secondi. Se solo ti vedesse Occhi di Falco te le suonerebbe a dovere per questa sconfitta umiliante.  SHAME. E’ pur vero che come personaggio Zoro è superbo e ambizioso, quindi capisco la scelta di farlo agire in base al suo istinto, però sconfitto così rovinosamente senza una scena degna del suo nome non me lo aspettavo, e non mi è piaciuto. Comunque, Testa d’ Alga viene intrappolato e la ciurma deve trovare un modo per saldare il debito prima che venga giustiziato. Non è possibile tentare di combattere,visto che Tesoro controlla l’oro grazie al frutto Gold-Gold e tutta la ciurma è stata esposta ad una scenografica pioggia d’oro qualche ora prima.

Successivamente si fa la conoscenza di Carina, una vecchia amica di Nami: anche lei ladra di mestiere, si contendevano spesso il bottino quando erano nel mare orientale. Si apre un flashback inizialmente molto bello, ma che si rovina COMPLETAMENTE nel finale (ne parleremo più avanti). A quanto pare, le ragazze furono catturate e torturate dai pirati, solo Carina riuscì a fuggire lasciando Nami in balia dei manigoldi.  Anche Carina è una fidata collaboratrice di Tesoro, ma decide di allearsi con la ciurma per rubare il più grande bottino esistente,quello di Gild Tesoro: trattasi di un malloppo senza eguali pari a 500 miliardi di Berry. Carina possiede infatti una copia delle chiavi che aprono la maestosa cassaforte, ma non può compiere questa impresa titanica senza aiuto: le ragazze decidono di mettere da parte i vecchi dissapori per aiutarsi a vicenda.

Il doppiaggio di Carina, dispiace dirlo, ma è veramente pietoso. La voce è giusta,peccato per la recitazione tremenda, sembrava che leggesse la lista della spesa. Veramente un peccato.

Nel frattempo la visuale si sposta sui Rivoluzionari, che non hanno un guardaroba molto vario: cercano Raise Max, il leggendario giocatore d’azzardo che faceva parte dell’Armata prima che venisse catturato da Tesoro per essersi indebitato eccessivamente. Lo ritroveremo nella prigione più avanti.

Per qualche scena intravediamo anche Spandam, vecchia conoscenza di Enies lobby. Avrebbe dovuto essere paralizzato dal collo in giù dal momento che Nico Robin gli spezzò la colonna vertebrale, ma dettagli.  Dopo aver dato una bella occhiata al di dietro di Tesoro, finalmente  appare Rob Lucci che parla in maniera animata e decisamente irrispettosa con pugno di Magma, Akainu. Le scene con Rob Lucci sono veramente pochissime ed insignificanti, sono rimasta molto delusa nel constatare che non vi è un vero e proprio incontro con la ciurma. Se ne stanno lì, sulla nave, ad attaccare da lontano. C’è un confronto senza senso con Sabo che termina in nulla di fatto. Stop. Non vi è nient’altro di rilevante a riguardo,avrebbero fatto meglio a non inserirli neanche nella locandina.  Un motivo di fondo c’è: a breve vedremo nella serie canonica la cp0 che torna all’attacco.

Intanto la ciurma si prepara al colpaccio del secolo con outfit imbarazzanti , e mentre Rufy e Franky scalano la gigantesca torre d’oro, appare un meraviglioso Absalom selvatico. Questi piccoli easter egg mi fanno impazzire. Ovviamente Rufy si fa scoprire nel giro di poco tempo e viene scaraventato nella prigione d’oro insieme a Franky. Questa è una delle scene più potenti del film: nonostante vi sia oro ovunque, non c’è acqua ne cibo. Lì incontriamo Raise Max, che si rivelerà un prezioso alleato per Rufy. Max gli svela il segreto per fare in modo che Tesoro non eserciti più il controllo sulle persone grazie all’oro, e ovviamente la risposta può essere una sola: l’acqua di mare. Sappiamo infatti  che i frutti del diavolo hanno questa unica debolezza. Sulla nave, l’unico posto in cui è possibile trovare l’acqua è nella sala pompe, dove vi è un filtro che raccoglie l’acqua salata e la trasforma in dolce.

Nel frattempo assistiamo alle migliaia di peripezie del gruppo di Carina e Nami, tra cui anche una scenetta divertente di Usopp che imita un drago celeste: veramente molto esilarante!  I pirati raggiungono finalmente la tanto attesa cassaforte, e, SOPRESA DELLE SORPRESE, era tutta una grandissima bufala,siete SU SCHERZI A PARTE!

Una volta aperta la porta si ritrovano nell’anfiteatro dorato, dove Zoro è crocifisso e in attesa dell’esecuzione. Non c’è nessun bottino. Tesoro e Carina avevano architettato questo piano per intrattenere il pubblico e buggerare i mugi. La situazione precipita velocemente: Nami e gli altri vengono catturati dalle grinfie dorate di Tesoro. Intanto, nella sala pompe, inizia ad entrare molta acqua di mare. Rufy e Franky rimangono intrappolati e rischiano l’annegamento.

Ormai pare tutto perduto.

Pochi istanti prima dell’esecuzione,Tesoro decide di inondare il pubblico con un’ultima pioggia d’oro, ma al posto dell’oro dai condotti esce acqua di mare: è così che inizia il declino di Tesoro e del controllo esercitato sugli schiavi indebitati. Assistiamo alla scena clichè di Nami che se la ride per aver imbrogliato il ricco bastardo: la ciurma sapeva sin dall’inizio che non vi era nessun tesoro,grazie a Carina: il loro unico scopo era liberare Zoro e tutti gli schiavi portando sulla nave l’acqua di mare. DOUBLE BACKSTAB!

“Ma quindi Carina è buona?”. Sì, a quanto pare sì.  

Non chiedetemi come sia possibile che gli altri personaggi fruttati non subiscano gli effetti collaterali dell’acqua di mare perché non ne ho idea. Teoricamente anche Robin e Chopper avrebbero dovuto indebolirsi in qualche modo: nel film non accade niente del genere. Dopodiché ci sono solo combattimenti e frasi ad effetto: “tu non sei un Dio, tu sei un mostro!”, oppure “non c’è nessuno che possa controllare meeeeh”, il tutto condito dalla voce pre-adolescenziale di Rufy.

Durante la battaglia si scopre che in realtà Guild era uno schiavo dei Draghi Celesti, un tempo innamorato di una bellissima fanciulla di nome Stella,anch’ella schiava. Un’infanzia difficile, un’adolescenza anche peggiore a causa della povertà e della miseria, la consapevolezza di non contare nulla nella società senza i soldi.  Da lì, l’ossessione per il denaro, per l’oro e per il potere.

Da vittima a carnefice, Tesoro viene sconfitto dalla bruttura estetica del gear 4th, e la storia si conclude con Carina che, grazie ad uno stratagemma tanto ingegnoso quanto improbabile, ruba la nave dorata del suo ex compagno d’affari. Il flashback di Carina e Nami  viene ripreso alla fine del film, e NON HA ALCUN SENSO: si scopre che Carina non abbandonò affatto Nami, visto che fece da esca ai manigoldi e le permise di scappare.  MA ALLORA PERCHE’ NON LO HAI DETTO PRIMA ?

A parte questi dettagli, che a mio avviso macchiano l’intero film rendendolo decisamente meno godibile, One piece Gold mi è piaciuto molto e lo consiglierei a chi è un grande appassionato.

Voto finale? Sette.

E’ un film pieno d’azione e colpi di scena, e nel complesso mi è piaciuto molto. A parte qualche piccola falla, lo trovo divertente e completo.

Per quanto mi riguarda One piece Gold è il miglior film di One Piece mai uscito fin ora.

E voi,che ne pensate?

LauraJ

 

 

 

 

Statistiche della pagina
Pagina vista: 6438
Pagina creata da: Laura J. Menna , 6 dicembre
Ultimo aggiornamento: 6 dicembre

Caricamento commenti in corso...

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento devi essere Registrato!

Se sei già registrato? Esegui il Login!
Non sei registrato? Registrati ora, è gratis!
Ultimi messaggi nel forum
di Silver il Rosso - 10 ore fa
di Silver il Rosso - 10 ore fa
di Silver il Rosso - 10 ore fa
di richi.lion - 13 ore fa
di Mokey D. Luffy - mercoledì alle 22:37
Impostazioni